PORTULACA
 Portulaca grandiflora
Famiglia: Portulacaceae
Descrizione erbacea a portameno eretto o prostrato, succulenta; perenne nei luoghi d’origine, coltivata come annuale
Altezza: max 20 cm, usabile come coprisuolo
Foglie: verde chiaro, cilindriche, carnose
Fiori:  di tutti i colori tranne il blu, a rosellina, con 5 petali dall'aspetto stropicciato che si chiudono con il buio
Fioritura: dalla primavera all’autunno
Esposizione: sole o mezz’ombra
Terreno: arido e sabbioso
Annaffiature: scarse ma regolari, non teme la siccità
Temperatura: oltre i 20°C
Manutenzione: molto facile
Concimazione: non necessaria
Sta bene in: giardino come coprisuolo; in bordure o in balconette

 

Il nome deriva dal latino "portula" (= piccola porta), con riferimento al frutto a capsula che si apre per mezzo di un coperchietto, proprio come una piccola porta.
E’ una famiglia molto ampia, quella delle Portulacaceae, cui appartengono oltre cento tipi di piante diffuse nei paesi tropicali e subtropicali, facilmente riconoscibili per le foglie carnose, cilindriche o oblunghe, verde scuro e in alcune specie particolarmente profumate e commestibili, come la Portulaca oleracea, che nei paesi mediterranei cresce spontanea ed è considerata una gramigna (comunemente chiamata “Erba porcellana”) e può diventare un insidioso infestante, sempre più apprezzata - come lo è stata già anticamente - per scopi alimentari.



Nei nostri Garden Center potete trovare la Portulaca grandiflora, l’unica comunemente in coltura in Italia.
Nelle specie originarie i suoi fiori, le cui corolle possono anche raggiungere i 3-5 cm di diametro, erano arancio e porpora, ma oggi sono disponibili anche con fiori bianchi, giallo e rosa, fiori macchiati e striati, semplici, semidoppi, doppi e giganti.
E’ una pianta perenne coltivata come annuale (anche se con le dovute cure invernali potreste rivederla fiorire nella primavera successiva), che si adatta facilmente al vaso, oltre che alla piena terra e che con il suo portamento strisciante o prostrato è molto decorativa. Proprio per la sua vegetazione molto rigogliosa (e rapida nell’espansione) le piante vanno poste a una distanza di 25-30 cm. l’una dall’altra.
Per la coltivazione della portulaca è consigliato un terriccio molto sabbioso, che non lascia spazio ai ristagni idrici, e se coltivarla in piena terra è bene assicurarsi che il terreno sia ben drenato per evitare eccessi idrici, che possono esserle fatali molto più della siccità, che può sopportare per brevi periodi.
E’ consigliabile concimare in autunno e primavera con fertilizzante a base di fosforo, per intensificare sia la fioritura sia il colore delle corolle.
La portulaca inizia a fiorire verso fine maggio-inizio giugno, ma la sua stagione preferita è la piena estate, perché ama il caldo torrido e cresce bene in pieno sole: condizione necessaria perché i suoi fiori si aprano. Lo fanno, infatti, solo in presenza di elevata luminosità, e quando il tempo è nuvoloso si aprono molto tardi in mattino e si richiudono presto la sera.
Nella bella stagione richiede poca manutenzione: è sufficiente eliminare le parti danneggiate ed i fiori appassiti, mentre è piuttosto resistente alle malattie. Durante l’inverno, invece, deve essere ben protetta dalle gelate, anche se in ogni caso non ci si può aspettare che viva molto a lungo.

Dove Siamo

Treviso
via San Pelajo 5 - Tel. 0422.308301

via Terraglio 81/a - Tel. 0422.348169
 
BENVENUTI NEL NUOVO SITO
Stiamo procedendo al completamento dei contenuti. Se non trovate quanto state cercando tornate a trovarci presto!
plg_search_attachments
Search - Content

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato su tutte le nostre proposte
Privacy e Termini di Utilizzo Iscriviti

BARBAZZA GARDEN CENTER

Treviso  
via San Pelajo 5 -  Tel. 0422.308301
via Terraglio 81/a -  Tel. 0422.348169


info@barbazzagarden.it

Privacy Policy

Vai all'inizio della pagina