CALENDULA
Calendula officinalis
Famiglia: Compositae
Descrizione: erbacea annuale a portamento eretto; alcune specie sono biennali
Altezza: 30-50 cm.
Foglie: oblunghe, leggermente dentate; se strofinate producono un gradevole profumo
Fiori:  gialli o arancioni, con centro più scuro o dello stesso colore della corolla
Fioritura: abbondante da giugno a novembre
Esposizione: soleggiata, ben aerata ma al riparo dai venti freddi; si adatta anche alla mezz'ombra
Terreno: si adatta a diversi terreni, ma predilige quelli leggeri e ben drenati
Annaffiature: regolari, tolleri brevi periodi di siccità ma non i ristagni idrici
Temperatura: non teme il caldo; resiste bene fino a -2°C
Manutenzione: abbastanza facile
Concimazione: durante la fioritura, ogni 2 settimane con concime per piante fiorite
Sta bene in: aiuole e bordure, vasi e fioriere
Sta bene con:   le piante da orto (zucche e zucchine, cetrioli, pomodori e peperoni)

Di origine nordafricana, è molto diffusa in tutta la zona del Mediterraneo.
Pare che il suo nome derivi dal latino “calendae” (primo giorno del mese) per indicare che fiorisce il primo giorno di ogni mese per buona parte dell’anno, ma c’è anche chi ritiene che derivi da “calendario”, poiché segna il ritmo del giorno aprendosi al mattino e chiudendosi al calar del sole e per questo motivo nei testi medievali si chiamava “solis sponsa” (sposa del sole).
Nei nostri Garden potrete trovare diversissimi ibridi di Calendula, sia ornamentali sia officinali, che si differenziano per le diverse dimensioni dei fiori, per il loro colore, per la taglia (varietà nane) e per la lunghezza dello stelo fiorale (varietà da fiore reciso).
E’ una pianta ideale per inselvatichirsi nei prati rustici e informali o per formare delle bordure colorate per attrarre insetti impollinatori e, poiché tiene anche lontani alcuni parassiti, si rivela molto utile anche nell’orto, dove può esser seminata o piantata lungo le file di verdure.
Inoltre, la Calendula emana un odore intenso molto sgradito alle zanzare, poiché contiene piretro, composto molto usato nei repellenti anti-zanzara: se coltivata in vaso, è particolarmente efficace in zone strategiche come l’ingresso di casa o i davanzali delle finestre.

La Calendula ama il sole e l'aria, quindi deve essere coltivata all’aperto, anche in vaso.
Non è particolarmente esigente e si adatta abbastanza bene alle diverse situazioni pedo-climatiche, adattandosi bene sia al sole cocente anche diretto, sia alle temperature invernali, anche se teme - come la maggior parte delle piante - le gelate.
La Calendula va annaffiata regolarmente in modo che il terreno rimanga sempre umido, facendo attenzione che non sia fradicio, perché non tollera in alcun modo i ristagni idrici.
L'irrigazione costante, specialmente quando la pianta è in fiore, è importantissima.
Altrettanto importante, per avere una fioritura vigorosa, è cimare gli apici vegetativi primari per favorire la crescita dei germogli laterali e quindi avere un maggior numero di fiori. Per compiere quest’operazione, è d’obbligo aver cura che l'attrezzo usato per il taglio sia pulito e disinfettato (preferibilmente alla fiamma) per evitare di infettare i tessuti.

La Calendula è conosciuta ed utilizzata fin dall’antichità per le sue proprietà chimiche e organiche utili a lenire dolori e patologie comuni alla salute del corpo umano.
In particolare, la Calendula ha proprietà antinfiammatoria, antibatterica, antivirale, immunostimolante e funziona come cicatrizzante. Inoltre, vanta proprietà coleretiche, utili alla stimolazione della produzione e della sintesi della bile; antispasmodiche per sedare il dolore dovuto a contrazioni involontarie; proprietà antivirali, per trattare le infezioni causate da virus generici e proprietà ipolipemezzanti utile per ridurre il rischio di malattie coronariche grazie all’abbassamento dei livelli plasmatici di colesterolo LDL.
Vantaggi intuiti dagli antichi e codificati dalla scienza contemporanea, che fanno della Calendula uno dei fiori più versatili da poter utilizzare sia direttamente sia sotto forma di composti o preparazioni varie per alleviare o curare diverse patologie.

Inoltre, la Calendula è amica della nostra salute anche in cucina!
I suoi fiori edibili (a patto che non siano stati trattati con agenti inquinanti o trattamenti chimici), si utilizzano sia per decotti o infusi, ma possono anche essere gustati in colorate insalate, assieme alle foglie.
I boccioli di Calendula, poi, possono essere utilizzati nei sottaceti come fossero dei capperi, mentre i petali essiccati si possono mangiare canditi o utilizzati per aromatizzare l'aceto.

Dove Siamo

Treviso
via San Pelajo 5 - Tel. 0422.308301
via Terraglio 81/a - Tel. 0422.348169

Jesolo
via Roma Destra 118/B - Tel. 324.7963850
BENVENUTI NEL NUOVO SITO
Stiamo procedendo al completamento dei contenuti. Se non trovate quanto state cercando tornate a trovarci presto!
plg_search_attachments
Search - Content

Iscriviti alla newsletter

Per essere aggiornato su tutte le nostre proposte
Privacy e Termini di Utilizzo Iscriviti

BARBAZZA GARDEN CENTER

Treviso  
via San Pelajo 5 -  Tel. 0422.308301
via Terraglio 81/a -  Tel. 0422.348169

Jesolo  
via Roma Destra 118/B - Tel. 324.7963850

info@barbazzagarden.it

Privacy Policy

Vai all'inizio della pagina